• info@masnadacomics.com

Pietro “Pitt” Rotelli

Pitt

Classe ’75 studia fumetto (nel senso che ne legge a tonnellate) e disegna fin da tenera età. Negli anni dell’adolescenza si convince di essere un cantautore incompreso ed un pittore, sempre incompreso.

E’ questo però il periodo dove ogni tanto pubblica vignette anarchiche su un ciclostile anarchico locale.

Da quattro anni a questa parte ha ripreso in mano la prima passione, il fumetto, appunto. Dapprima collaborando con testate indipendenti (arroganzini, arroganzini evolution e L’Odio) in seno alle quali, con lo sceneggiatore Luigi Chialvo, comincia a dar vita a strisce demenziali tipo Steek & HutsieWeeny Mights, ma anche in solitaria come colpi di cervello del calibro di GianDemonio.

Procede poi a “fondare” insieme al sodale Chialvo, Akronya Studio, piccolo studio virtuale in seno al quale nasce il progetto Ismaele, attualmente in pubblicazione settimanale su Webcomics.it, per i colori di Francesco Segala. Sempre con l’Akronia Studio propone, per il contest Pilots su verticismi, Black City Blues-Trak one: Alice, una sorta di concept per fumetti un po’ fuori dai canoni stessi del fumetto.

Approda poi a Crossover Gangbang con due storie natalizie: il(logic) – disegnata e scritta, e Il segreto di Natale, per i testi di Marco Della Verde.

Collabora come autore a testate come www.ilbardelfumetto.it e www.massoneriacreativa.com.

E’ tra i fondatori di www.mokapop.com, comunità online di storytelling interamente incentrata sugli utenti, il fondatore di C.A.O.S. che vorrebbe diventare una sorta di distribuzione-promozione condivisa fra autoprodotti e RONIN, un collettivo artistico.