• info@masnadacomics.com

gliAngoli

gliAngoli

Book Cover: gliAngoli
Editions: (Italian) - prima edizione: € 10,00
Size: 22,00 x 27,00 cm
Pages: 80

gliAngoli, come tutte le cose buone, nasce sotto la doccia. il poco raccomandabile Lord Violent, ragionava tra sé e sé come sarebbe stato realizzare una storiellina ispirata a Bla Bla Car, con due estranei che parlano di assurdità per tutto il viaggio.

Rimuovendo come la calotta cranica il concetto, lasciandolo come tema o guida e affidando il compito a una sequela di autoracci, sporchi della loro vita da sottoscala del fumetto, forti del loro essere bruti e analfabeti senza perdono, si crea l’idea di un’antologia promossa dal collettivo Masnada. Estraendo a sorte le coppie sceneggiatore/disegnatore, con il gioco della bottiglia e un succoso bacio di suggello, i lavori prendono il via trasformando quella che doveva essere una storiellina scanzonata, simpatica e senza troppe pretese in un delirio onirico-sociale senza freni né briglie, con espressioni delle torbide profondità dell’animo umano in cui i nostri cari autori amano sguazzare come girini freschi di schiusa. Ecco a voi gliAngoli, che non ha alcuna intenzione di fermarsi al numero uno e neanche al numero due.

Reviews:Marco Rubertelli suC4Comics ha scritto:

gliAngoli (antologia): Questa opera, curata da LVCE 1807, è un’antologia sul viaggio, sul condividerlo con estranei, sul parlare di sogni strambi e realtà deprimenti, sull’Italia. Una sorta di Bla Bla Car dei fumetti. L’antologia, che raggruppa membri del collettivo ed autori esordienti giovanissimi, porta il titolo di “gliAngoli, antologia di follia a fumetti”. Aiutateci a riempire i posti auto per questa corsa a Lucca 2015! Per dettagli visitate questa pagina.

Pillole d'indipendenza suIl Bar Del Fumetto ha scritto:

"gliAngoli è un'altra dimostrazione lampante del fatto che per fare un buon fumetto (o come in questo caso una buona antologia) non bisogna né essere americani, inglesi o francesi, non importa essere in scuderia a grandi etichette blasonate e neanche in mano a megagalattici distributori. Necessita solo di avere un'idea, di saperla mettere su carta e di avere l'incoscienza necessaria per investirci del proprio. Perchè le storie non hanno bisogno di grandi nomi che le pubblicizzino, ma di ottimi raccontatori e di un pubblico curioso e affamato di qualità."


pitt

Invia il messaggio